Enea Bastianini c'è e si prende la testa del Mondiale

Enea Bastianini esiste e mette a referto la seconda vittoria dopo Jerez. Non è tripletta italiana, ma dopo Foggia in Moto3 Italia ancora protagonista.

Gara perfetta condotta dalla partenza per tutti i giri, la gomma non lo molla e lui unisce una guida perfetta e senza nessun errore. Lowes chiude secondo e si deve solo accontentare: Enea è troppo veloce, guida bene e dimostra talento. Lowes guida bene e tenta la rimonta nell'ultimo giro, ma non basta. Terzo Roberts: il pilota di Malibù parte dalla pole, ma partenza disastrosa e Lowes sembrava davvero imprendibile.

Quarto Marini: il pilota dello Sky Racing Team ci prova fino alla fine, ma quel quarto posto è frutto di una qualifica tutt'altro che perfetta e pagata in gara. Quinto Fernandez che sfrutta un calo di Bezzecchi che chiude sesto, ma che sembrava arrivato al limite. Settimo Navarro: gara in salita per la sua Speed Up, ma ancora problema di qualifica non aiuta e in gara si sveglia davvero troppo tardi. Ottavo Martin che chiude con rammarico una gara che poteva essere da podio, ma crolla troppo presto. Nono Syarhin bella sorpresa il malese in qualifica e in gara e decimo Canet. Solo undicesimo Nagashima che perde la testa del Mondiale.

Campionato adesso che parla italiano: Bastianini leader della classifica con Marini staccato di 15 punti e il tricolore italiano torna a sognare dopo il Mondiale targato Bagnaia.

VAVEL Logo