Nations League- Ronaldo stende la Svizzera 3-1 ed è finale

Nations League- Ronaldo stende la Svizzera 3-1 ed è finale

Il campione dei lusitantrascina i suoi con una tripletta pazzesca alla sua maniera. La Svizzera recrimina dopo una prima frazione giocata a buon livello.

francesco-bruni
Francesco Bruni

Partita dal sapore di massimo interesse quella del Dragao di Porto tra un Portogallo con Ronaldo titolare, capace di battere Italia e Polonia nel suo girone e la Svizzera, bella rivelazione del torneo e giustiziere del Belgo nel girone.

13 i precedenti tra le due formazioni: 4 vittorie a testa e 5 pareggi il bilancio tra le due squadre e ultima partita fu vittoria dei lusitani. Formazioni con il 4-4-2 con Joao Felix (ambito dai top club europei) e Ronaldo come coppia d'attacco, mentre la Svizzera risponde con Shaqiri alle spalle di Seferovic nella squadra dell'ex Lazio Petkovic. 

CRONACA DELLA PARTITA

Svizzera che parte con il piede assolutamente giusto e Shaqiri al 3' sbaglia un tiro da distanza ravvicinata. Al 5' Seferovic ci prova, palla a lato dopo il cuon assist di Zakaria. Al 12' il Portogallo vicino al gol con Ronaldo, lanciato da Silva su errore di Akanji, ma palla a lato.

Shaqiri crossa preciso su Seferovic, palla colpita di testa sul fondo. Al 18' Seferovic si mangia letteralmente il gol sull'assist perfetto di Mbabu, ma palla parata. Il gol del Portogallo arriva al 23' con un calcio di punizione magistrale di CR7 a Sommer battuto e immobile. 31' Svizzera ancora pericolosa con Shaqiri, ma palla in angolo. Al 42' traversa pazzesca di Seferovic: appoggio di Mbabu, destro dell'attaccante che sbaglia malamente e pallone sulla traversa scheggiata. Primo tempo a favore degli ospiti, ma il Portogallo concretizza una sola palla gol nel migliore dei modi.

Nella ripresa, inizia lo show dei portoghesi: la Svizzera pareggia subito i conti con un rigore leggermente generoso con Semedo che tocca il ginocchio di Seferovic e Rodriguez del Milan pareggia i conti.

Ma Ronaldo decide di volere fare tutto da solo: al 51' ci prova lui, ma palla a lato. Il giocatore della Juventus decide che una la perdona, ma la seconda no: Ruben Neves trova Silva, cross rasoterra per Ronaldo in area che segna il vantaggio lusitano indisturbato al minuto 87. Al 90, magia letteralmente di CR7: doppio passo che mette fuori tempo la difesa elvetica e gol del tre a uno e tripletta del fenomeno con il 7 sulla schiena, dopo la tripletta di Sochi alla Spagna al Mondiale.

La Svizzera paga un pessimo secondo tempo, dopo una prima frazione giocata ad ottimi ritmi. Il Portogallo certifica il brutto gioco, ma un Ronaldo in grande spolvero.

VAVEL Logo