Milano e Virtus continuano la loro cavalcata

Una seconda giornata davvero bella del massimo campionato italiano di una stagione che continua a vedere Milano e Virtus le vere protagoniste indiscusse.

Trento-Reggio Emila 81-87: Altra gara davvero coriacea tra due squadre che sono tutte da seguire. Trento è la forza di una squadra che non molla, ma Reggio Emilia rimane una delle possibili rivelazioni e occhio al lavoro di Martino.

Cremona-Venezia 66-83: La squadra di casa sembra quella destinata a scendere in A2, ma occhio alla squadra lombarda. Discorso diverso per Venezia che vuole dare fastidio alle due favorite.

Milano-Treviso 104-64: Partita che al Forum non esiste. Milano è davvero troppo forte, una squadra costruita per dominare in Eurolega come in Italia e Treviso ne paga il prezzo.

Brescia-Virtus 80-81: Partita davvero tirata, ma le V nere continuano ad essere una squadra solida e complicata. La Leonessa subisce la seconda sconfitta di misura, ma adesso deve dimostrare di poter vincere.

Sassari-Trieste 72-74: Vittoria non attesa di Trieste in terra sarda e attenzione ai friulani: una classifica che sorride ai giuliani che sono in testa alla classifica e si candidano a dire la loro battendo una delle possibili favorite.

Fortitudo-Varese 83-88: Varesini favolosi con una Scola tornato a livelli davvero alti. Bologna non sta bene: F che regge solo i quarti centrali e poi crolla sotto i colpi di Openjobmetis che potrebbe essere molto interessante da seguire e lontana parente di quella in Supercoppa.

Brindisi-Roma 92-67: I pugliesi riescono a fare una vittoria attesa e giusta contro una Roma involuta rispetto alla sfida contro la Fortitudo e che mostra i suoi enormi limiti.

Cantù-Pesaro 81-72: Bella vittoria della squadra lombarda nello scontro diretto per la salvezza. Da qui passava tutto per entrambe e la squadra di casa si dimostra viva. Marchigiani fermi a zero e coach Repesa ha molto da lavorare e da dimostrare.

VAVEL Logo