Gp Austria: Niente da fare dominio Verstappen

Niente da fare. Spielberg si conferma il regno di super Max Verstappen. La RedBull vola sul circuito di casa e il pilota olandese non conosce errori o sbagli e conferma di dominare un Mondiale che sembra possa perdere solo lui. La sua prova di forza è chiara: 15 secondi dati alla Mercedes di Bottas, che chiude secondo una gara delle sue migliori, sono lo specchio della forza e della cattiveria di Max.

Terza casella per un Norris stratosferico: si piazza davanti ad Hamilton quarto e con il sorpasso in pista e senza troppi giochi. Lewis paga una giornata storta e una macchina poco affidabile e la Mercedes dovrà risolvere in fretta i limiti. Ma la notizia è Sainz che chiude quinto: la Ferrari mostra le sue carte e riscatta una qualifica pessima. Sesto Perez: il messicano guida al limite e si prende due penalità per aver ostacolato LeClerc in un paio di occasioni ed entrambe davvero scorrette.

Settimo un ottimo Ricciardo che conferma una guida pulita e di essere in grado di correre bene. Solo ottavo LeClerc: tanto di guadagnato per Charles che ne aveva poco oggi. Decisioni del box rivedibili, Sainz doveva essere lasciato andare qualche giro prima dell'ordine di scuderia e trascinare il monegasco che non ne aveva. Nono un ottimo Gasly, seppure un po in ombra rispetto alla scorsa e decimo Alonso che riesce a sorpassare un buonissimo Russell nel penultimo giro.

VAVEL Logo