Gp Italia: Cambiano i piloti, ma non il concetto ancora Mercedes 

Cambiano gli interpreti, ma non l'ordine. Le seconde libere sono ancora nel nome della super Mercedes. Miglior tempo fatto segnare da Hamilton in 1:20:192. Secondo Bottas staccato di 210 millesimi, esattamente la stessa distanza che aveva l'inglese in mattinata.

Sorpresa al terzo posto: la McLaren di Norris si piazza da sola in ritardo di nove decimi, ma la monoposto arancione precede le RedBull. Quarta casella per un ottimo Gasly e vedere l'Alpha Tauri in un ipotetico Q3 sarebbe bellissimo per l'Italia e per Monza. 

Quinta casella per Verstappen: la pista lombarda piace poco al pilota olandese e sesto un ottimo Sainz che prende le misure in quella che il prossimo anno sarà la sua gara di casa. Settimo Kvyat e ottavo si rivede Stroll, mentre solo decimo Perez e le due Racing Point rientrano in top ten.

Pomeriggio in chiaroscuro con la Ferrari: nona casella per LeClerc e dodicesimo Vettel e pare una buona risposta della Rossa al nuovo pacchetto aerodinamico voluto da Maranello per questa pista. Crollo pomeridiano delle due Renault.

VAVEL Logo