Formula1 Gp Italia Monza-La pole è Ferrari e seconda di LeClerc

Formula1 Gp Italia Monza-La pole è Ferrari e seconda di LeClerc

Not in our house per le Mercedes seconda e terza. Quarto Vettel. Raikkonen a muro nel Q3.

francesco-bruni
Francesco Bruni

Non a casa nostra, non sulla nostra pista. Monza è il cuore rosso e questa volta vogliamo fare capire cosa vuol dire davvero essere Ferrari. La pole position va a LeClerc che firma la seconda consecutiva dopo quella di Spa e la quarta nella sua carriera. Il monegasco piazza un tempo di 1:19:307 e si piazza davanti a tutti e ci fa sognare tifosi e marea rossa. A Milano al Duomo era stato intonato il coro doppietta e questa volta più di altre ci dobbiamo provare. Charles è un predestinato e sicuramente oggi più che mai il futuro della Ferrari. Non mi sembra il caso di paragoni con Schumacher, semplicemente perchè lui è Charles LeClerc e va benissimo così. Secondo Hamilton che china il capo staccato di 39 millesimi e lo fa sulle due piste più storiche della stagione. Terzo Bottas: finlandese meglio della giornata belga, staccato di 47 millesimi, ma conta poco il tempo e quello che ci piace è che sono dietro e li devono rimanere. Quarto Vettel: il tedesco può farcela, nonostante i 147 millesimi di ritardo, la Formula1 aspetta e nulla è così scontato come sembra. Quinto un ottimo Ricciardo con la Renault che ritrova il sorriso su una pista dove viene spesso coccolato per la sua simpatia e il suo modo di fare dai nostri tifosi italiani. Sesto Hulkenberg e doppietta Renault tutta gialla importante per la casa francese, settimo Sainz e bentornata McLaren tra le prime. Raikkonen va a muro nel Q3 e fa sospendere per qualche minuto la sessione e dimostra che questa Alfa Romeo può fare molto bene. Undicesimo Giovinazzi nel suo gran premio di casa, mentre non si qualifica ed esce nel Q1 senza tempo Verstappen per una RedBull che conferma un weekend assolutamente da cancellare. Ora Charles tocca a te e domani facci sognare e colora di Rosso la nostra pista ed evitaci il giro d'onore delle Mercedes del quale siamo francamente stufi.

VAVEL Logo