Dal Paradiso all'inferno
https://twitter.com/acmilan

Fare un analisi il giorno dopo non è mai facile soprattutto dopo un derby a dir poco rocambolesco come quello di ieri giocato dal Milan. Un derby senza senso per certi versi con la vittoria che è andata ai neroazzurri che hanno raggiunto così la Juventus in vetta alla classifica.  Delusione invece per i rossoneri. 

PRIMO TEMPO DA MILAN DEI VECCHI TEMPI GLORIOSI

I primi 45 minuti del Milan sono stati i migliori della stagione se non addirittura il miglior primo tempo da diversi anni. I giocatori lo avevano detto che avevano lavorato bene durante la settimana e si è visto: i rossoneri hanno annullato i 19 punti di distacco tra le due formazioni dominando l'Inter davanti al proprio pubblico e mettendola in grande difficoltà. Il 2-0 firmato da Castillejo ed Ibrahimovic è anche stretto visto che il Milan ha fatto la partita ed ha preso anche un palo con Calhanoglu.

"Abbiamo fatto la miglior prestazione dell’anno - il commento di Pioli - È stato il miglior primo tempo della stagione, bisogna ripartire da qui".

UN SECONDO TEMPO DA INCUBO

https://twitter.com/acmilan
https://twitter.com/acmilan

Il Milan è ripartito anche bene ma l'Inter appena ha avuo l'occasione ha accorciato subito i conti con un tiro da fuori area di Brozovic (colpevole anche la difesa per averlo lasciato da solo) al 51esimo. I rossoneri hanno un blackout mentale e così i neroazzurri ne hanno approfittato per siglare il gol del pareggio di Vecino dopo nemmeno due minuti.

La squadra di Pioli ha provato a riprendere il possesso, ma ormai è l'Inter che ha preso il pallino del gioco ed ha trovato la rete che ha riblatato il derby con De Vrij di testa al 70esimo. Nel tempo di recupero arriva anche il gol di Lukaku che da via alla festa dei padroni di casa.

"In 3 minuti è cambiata la partita, siamo diventati più fragili e l'Inter ha preso coraggio. La squadra non è stata più capace di reagire in modo compatto e poi l'Inter è stata superiore".

ANALISI

La grande prestazione di Ibrahimovic non è bastata contro l'Inter: lo svedese ha segnato ed ha fatto segnare diventando un vero e proprio incubo per la retroguardia nerazzurra. Quella di ieri sera è stata la prima sconfitta dei rossoneri  da quando l'attaccante 38enne e è tornato a Milanello. 

https://twitter.com/acmilan
https://twitter.com/acmilan

A fine primo tempo tifosi e non si erano già forse illusi di poter tornare finalmente a vincere un derby, ma nella ripresa l Milan non è tornato in praticamente campo visto il blackout inspiegabile che ha dato il via alla rimonta dei cugini. Un vero peccato perchè la vittoria avrebbe dato una svolta alla stagione invece non è avvenuto ed è una mazzata tremenda che fa sprofondare nuovamente il Diavolo in classifica. 

Questa sconfitta sarà veramente dura da digerire ma bisognerà farlo subito perchè giovedì sera arriverà la Juventus per la semifinale di andata di Coppa Italia. E' vero che i bianconeri sono anche loro in crisi di risultati, ma restano sempre la i campioni d' Italia.

VAVEL Logo