Una convincente Sampdoria annichilisce il Sassuolo: neroverdi KO 3-5 in casa
https://twitter.com/sampdoria

Una convincente Sampdoria annichilisce il Sassuolo: neroverdi KO 3-5 in casa

Otto reti in questo anticipo. La Sampdoria vince 5-3 sul campo del Sassuolo. Bene Quagliarella e Defrel, i neroverdi non riescono a creare gioco. Samp che si rilancia in ottica europea. 

antonio-abate
Antonio Abate
unione-sportiva-sassuolo-calcioConsigli; Demiral, Ferrari, Peluso; Lirola, Duncan, Sensi, Di Francesco (Babacar, min. 46); Berardi, Djuricic (Locatelli, min. 46), Boga.
SampdoriaAudero; Bereszynski, Andersen, Colley, Murru; Praet, Ekdal (Viera, min. 86), Linetty; Defrel (Jankto, min. 66); Gabbiadini, Quagliarella (Sau, min. 85).
SCORE0-1, min. 15, Defrel. 0-2, min. 36, Quagliarella. 1-2, min. 38, Boga. 1-3, min. 40, Linetty. 1-4, min. 46, Praet. 2-4, min. 63, Duncan. 2-5, min. 72, Gabbiadini.
NOTMapei Stadium, gara valida per la Serie A TIM 2018/19.

La Sampdoria banchetta con i resti del Sassuolo. I doriani battono 3-5 i neroverdi e si rilanciano in ottica Europa League. Sfruttando un atteggiamento negativo dei padroni di casa, i ragazzi di Giampaolo aprono le danze al quarto d'ora, quando Defrel comincia e finisce una bella azione dei suoi. Alla mezz'ora raddoppia Quagliarella, il Sassuolo accorcia poco dopo con Boga. Il primo tempo si conclude però con la Sampdoria in avanti e in rete con Linetty. Seconda frazione che vede i liguri controllare e segnare ancora grazie a Praet e Gabbiadini. In mezzo, la rete di Duncan. Chiude i conti, Babacar. Sampdoria che sale a quota 42, dieci punti in meno per il Sassuolo. 

Padroni di casa che scendono in campo con il 3-4-3. Davanti a Consigli, difesa a tre composta da Demiral, Ferrari e Peluso, pronto ad allargarsi in caso di cambio tattico in corsa. Sensi e Duncan in mediana, affiancati da Pol Lirola e Di Francesco. Ai lati di Filip Djuricic, De Zerbi schiera Berardi e Boga. Un classico 4-3-1-2 per gli ospiti, con Giampaolo che piazza Defrel dietro a Gabbiadini e Quagliarella. Audero in porta, protetto da Andersen e Colley e dai terzini Bereszynski e Murru. Chiavi del gioco affidate a Ekdal, affiancato da Praet e Linetty. 

Partita inizialmente equilibrata. Sassuolo e Sampdoria si studiano per evitare di scoprirsi eccessivamente. Al settimo ci prova debolmente Gabbiadini, un minuto dopo tiro fiacco di Di Francesco respinto da Audero. L'estremo difensore doriano spaventa leggermente la retroguardia parando in due tempi il tiro non irresistibile. Il Sassuolo cerca di distendersi ma la pressione della Sampdoria è veemente. I liguri riescono a sfruttare questa attitudine per passare in vantaggio. Al 15' Defrel ruba palla a Sensi e apre per Gabbiadini. L'ex Southampton serve col contagiri Quagliarella che, di testa, la appoggia proprio a Defrel. L'ex di gara controlla e batte Consigli con un bel mancino, senza poi esultare. 

Passano due minuti e la Sampdoria sfiora il raddoppio. Il francese Defrel prende palla su Peluso e tenta lo scavetto a tu per tu con Consigli. Il portiere di casa è bravo però a impedire lo 0-2. Il grande spavento non scuote però il Sassuolo. De Zerbi continua furioso a incitare i suoi ragazzi che non riescono però a rendersi seriamente pericolosi. La prima vera occasione neroverde capita al trentacinquesimo, quando è Pol Lirola a concludere dalla destra dell'aria di rigore e a mandare fuori. Un minuto dopo è la Sampdoria a segnare ancora. Fa tutto bene Fabio Quagliarella, bravo a sfruttare un errore di Demiral e a lasciar partire un destro imparabile per Consigli. 

La gara si conferma bellissima e vibrante fino alla fine del primo tempo. Il Sassuolo riesce infatti ad accorciare al 38'. Alla prima vera azione in verticale, i neroverdi battono infatti Audero. Lirola scappa e mette al centro un pallone sanguinolento per Boga, bravissimo ad anticipare Djuricic e i marcatori doriani. La Samp non ci sta e cala il tris al quarantesimo, spegnendo i sogni di rimonta neroverdi. A fare 1-3 ci pensa Linetty che, dopo una serie di passaggi precisi da parte dei suoi, batte Consigli con una conclusione molto precisa. L'arbitro chiede l'aiuto del VAR e conferma la rete del polacco dopo due minuti. L'emozionante primo tempo finisce di fatto qui. 

Seconda frazione che comincia con il Sassuolo trasformato da due cambi. Babacar e Locatelli rilevano Djuricic e Di Francesco. Cambia poco però in campo, visto che la Sampdoria cala il poker al 46'. Defrel apre per Murru che, senza pensarci su, mette in mezzo. Praet si avventa come un falco sulla sfera e segna il quarto goal ligure. Dopo le quattro reti, la Sampdoria inevitabilmente tira il freno. Ne approfitta il Sassuolo che, seppur senza spingere troppo, controlla e trova il 2-4. Bella progressione di Duncan, che al 63' controlla e batte Audero con un bel sinistro. Decisiva però la deviazione di Andersen. La Sampdoria non ci sta a subire e riprende a giocare, calando il pokerissimo dieci minuti dopo.

A fare 2-5 ci pensa Manolo Gabbiadini. Imbeccato da Linetty, la seconda punta piazza un piatto destro imprendibile per Consigli. Bella la coordinazione, altrettanto il tiro. Succede poco altro ed anche giustamente. La Sampdoria prova qualche timida sortita, i neroverdi provano a costruire qualcosa per lenire il tremendo passivo. Nel finale, il goal di Babacar consente ai neroverdi di segnare la terza rete. Finisce 3-5 per la Sampdoria. Migliore in campo per i padroni di casa, Lirola. Per gli ospiti in evidenza Quagliarella. 

VAVEL Logo