Serie A- La Juventus cerca di sfatare il tabù del Paolo Mazza con un occhio al Lione

Ora l'attenzione è alla Spal, ma dopo si penserà esclusivamente all'Olympique Lione. In questo modo si può riassumere lo stato d'animo dei tifosi bianconeri, ma anche degli addetti ai lavori. Il match che andrà in scena a Ferrara, però, non è da sottovalutare. A discapito della classifica e della qualità dei due organici le statistiche parlano chiaro: la Juventus non ha mai vinto allo stadio Paolo Mazza. I bianconeri, nella scorsa stagione, affrontarono la Spal in un momento dell'anno simile, ovvero quando mancavano pochissimi giorni alla sfida contro l'Ajax in Champions League. La Vecchia Signora si presentò in casa dei biancazzurri con molti giovani della primavera, ma la situazione in classifica era radicalmente diversa: la Juventus, infatti, aveva un grande vantaggio a livello di punti sul Napoli posizionato secondo, mentre attualmente ha solo una lunghezza dalla Lazio e tre dall'Inter. Il turnover domani sarà difficile considerata anche l'assenza di Gonzalo Higuain per un problema alla schiena, ma il vero pericolo sono le diffide con Matthijs de Ligt, Juan Cuadrado e Paulo Dybala che rischiano di saltare la sfida scudetto contro i nerazzurri.

Opterà per un 4-3-3 Luigi di Biagio con Berisha tra i pali difeso da Cionek, Bonifazi, Zukanovic e Reca. Sulla mediana trovano spazio Missiroli, Valdifiori e Castro mentre Strefezza completa il tridente offensivo con Petagna e Di Francesco. 

Risponderà con il medesimo modulo Maurizio Sarri. Il portiere titolare sarà Szczesny mentre la retroguardia è composta da Danilo e Alex Sandro laterali bassi e al centro potrebbe rivedersi titolare Giorgio Chiellini al fianco di de Ligt. A centrocampo si posizionano Ramsey e Bentancur mentre persiste il ballottaggio tutto francese tra Adrien Rabiot e Blaise Matuidi, ma il primo sembra in vantaggio. In attacco confermati Cristiano Ronaldo e Dybala, assieme a loro agirà uno tra Cuadrado e Bernardeschi, con quest'ultimo in pole.

VAVEL Logo