Champions League: il Manchester United crolla a Valencia ed è secondo (2-1)

Champions League: il Manchester United crolla a Valencia ed è secondo (2-1)

Bruttissima prova del Manchester United che perde in casa del Valencia. Carlos Soler apre le danze, le chiude un autogoal di Jones. Nel finale c'è anche tempo per il goal della bandiera di Rashford. 

antonio-abate
Antonio Abate
Valencia CFDomenech; Piccini, Diakhaby, Vezo, Lato (Garay, min. 51 Garay); Carlos Soler, Kondogbia, Parejo, Cheryshev (Fernando Torres, min. 65); Santi Mina (Rodrigo, min. 68), Batshuayi.
Manchester UnitedRomero, Valencia, Jones, Bailly, Rojo (Young, min. 46), Fred (Rashford, min. 57), Fellaini, Pogba, Mata, Pereira, Lukaku (Lingard, min. 68).
SCORE1-0, min. 17, Carlos Soler. 0-2, min. 47, Jones (A). 2-1, min. 87, Rashford.
NOTMestalla di Valencia, gara valida per la Champions League 2018/19.

Il Manchester United cade in casa del Valencia e si qualifica come seconda forza del proprio girone. Gli inglesi di Mourinho non riescono a superare un Valencia ordinato e compatto, molto cinico al momento di colpire. Il match si sblocca al 17' grazie ad un bel mancino di Carlos Soler, nella ripresa un autogoal di Jones suggella il 2-0 spagnolo. Inutile nel finale il goal di Rashford

Padroni di casa che scendono in campo con il 4-4-2. Davanti a Domenech, difesa a quattro composta da Piccini, Diakhaby, Vezo e Lato. In mezzo al centrocampo, spazio a Kondogbia e Parejo, affiancati da Carlos Soler e Cheryshev. In avanti spazio a Santi Mina e Batshuayi. Un 4-3-3 infarcito di riserve per gli ospiti, con Mourinho che si affida a Mata ed il giovane Pereira ai lati di Romelu Lukaku. Sergio Romero in porta, protetto da Jones e Bailly e dai terzini Valencia e Rojo. Spazio a Mata in mediana, affiancato da Fellaini e Fred.

Ritmi inizialmente molto bassi, con Valencia e Manchester United che preferiscono studiarsi. I fischi del Mestalla scuotono però gli spagnoli, decisi a fare bene davanti al proprio pubblico. Ed effettivamente sono proprio i padroni di casa a segnare al 17', complicando i piani degli inglesi di José Mourinho. A far esplodere i tifosi spagnoli ci pensa Carlos Soler, bravo a ribadire in rete con un missile una respinta poco precisa di Jones. Buon filtrante basso di Santi Mina sulla destra, una cross che mette pressione al centrale inglese e lo costringe all'errore. Lo United si scuote dal torpore solo al 27', quando è Juan Mata a calciare di mancino trovando la respinta di Diakhaby. Passano quattro minuti e ci prova di testa Batshuayi, il pallone non crea pericoli a Romero.

Nelle fai finali di primo tempo sono sempre gli spagnoli a rendersi pericolosi. Al 34' buon cross in mezzo verso Batshuayi smanacciato da Sergio Romero, due minuti dopo grossolano errore di Paul Pogba al momento di servire Marouane Fellaini. L'ultimo squillo di un primo tempo divertente capita sui piedi del solito Batshuayi. L'ex Dortmund riceve da Santi Mina mancando però lo specchio della porta. Un po' sfortunato il Manchester United, gli inglesi di Mourinho hanno spesso peccato di precisione al momento dell'ultimo passaggio. Ordinati e pungenti invece gli spagnoli di Marcelino.

Secondo tempo che comincia con il Valencia in avanti e in goal. Nell'anticipare Batshuayi è Jones a scivolare e a mandare il pallone nella propria porta confezionando il più goffo degli autogoal. United ancora mentalmente negli spogliatoi. I padroni di casa volano sulle ali dell'entusiasmo, andando ad annullar ogni azione dei rispettivi avversari. Al 64' progressione pericolosa di Santi Mina, bravo a eludere Jones ma poco lucido al momento di battere Sergio Romero. Lo United non affonda più il colpo, pensando al match di Premier contro il Liverpool. Al 75' ci prova all'improvviso Pereira dai venticinque metri. Domenech disinnesca ed alza alto sopra la traversa. Nei minuti finali c'è tempo per un timido sussulto reds con Rashford, bravo ad incornare nell'area piccola. Migliore in campo per i padroni di casa, Santi Mina. Per gli ospiti in evidenza Rashford

VAVEL Logo