Bellissima partita nel Derby dell'Appennino tra Bologna e Fiorentina. I ragazzi di Italiano superano 2-3 l'arcigna compagine bolognese e si portano momentaneamente al quinto posto in classifica. Avanti grazie a Maleh, la Fiorentina dilaga nella ripresa nonostante il pari di Barrow sul finire di prima frazione. Nel secondo tempo, infatti, Biraghi e Vlahovic incanalano il match. Inutile, per il Bologna, il 2-3 di Hickey. Fiorentina che sale a quota 27, felsinei fermi a 24.

Padroni di casa che scendono in campo con il 3-4-2-1. Davanti a Skorupski, difesa a tre composta da Soumaoro, Medel e Theathe. Svanberg e Dominguez in mediana, affiancati da De Silvestri e Dijks. Dietro a Musa Barrow, spazio a Soriano e Sansone. Gli ospiti si affidano invece al solito, ormai rodatissimo, 4-3-3. Italiano lancia dal 1' Maleh in qualità di mezzala, Bonaventura e Torreira completano il centrocampo. Terracciano in porta, protetto dai centrali Milenkovic e Martinez Quarta e dai terzini Odriozola e Biraghi. Nessuna sorpresa in avanti, con Sottil e Gonzalez ai lati di Dusan Vlahovic.

Partita inizialmente equilibrata. Le due formazioni si studiano prima di offendere. All'undicesimo ci prova Gonzalez dopo un'azione manovrata della Viola, il suo mancino non preoccupa però Skorupski. Il Bologna punge sei minuti dopo con Sansone, l'azione si conclude però in off-side. Il primo tiro nello specchio della porta si registra solo al ventottesimo, quando è Svanberg a concludere in modo sbilenco. Terracciano para senza problemi. Alla mezz'ora ancora felsinei pericolosi con Musa Barrow che, di testa, manda a lato un buon suggerimento di De Silvestri. La gara si anima nella fase finale di primo tempo con la Fiorentina che passa in avanti alla prima, vera, occasione creata. Tutto nasce dal piede fatato di Nico Gonzalez che mette un cioccolatino in mezzo raccolto da Maleh. L'ex Venezia sbuca in mezzo a tutti, anticipa Sottil e segna il goal del vantaggio. Il Bologna non ci sta e poco prima del duplice fischio riesce a pareggiare. Al 42', infatti, Barrow scatta bene su assist al bacio di Svanberg e, a tu per tu con Terracciano, la piazza sotto la traversa. Il primo tempo di conclude dunque sull'1-1.

Secondo tempo scoppiettante fin dalle sue prime battute. La Fiorentina prova ad offendere al 47' con Bonaventura. L'ex Milan "scia" in mezzo al campo e viene fermato solo da un intervento di Medel. Il goal ospite è però nell'aria e si concretizza cinque minuti dopo e da calcio di punizione. Sfruttando un fallo di Theathe, costretto all'intervento falloso per fermare un guizzante Gonzalez, la Fiorentina si porta sul 2-1 grazie a una bella punizione di Biraghi. L'esterno difensivo ospite si prende la responsabilità del calcio piazzato e fa sorridere i suoi. Mihajlovic capisce che c'è qualcosa da cambiare e inserisce ben tre giocatori in una sola volta. Il Bologna però non riesce a reggere l'urto di una Fiorentina straripante. Al 66', i ragazzi di Italiano calano il tris da calcio di rigore. Tutto nasce da un fallo su Vlahovic, la sfera arriva a Dominguez che prova a saltare uno Skorupski costretto al fallo. Il serbo non sbaglia e marca la tredicesima rete stagionale.

Il secondo tempo continua però a regalare emozioni. Il Bologna riesce finalmente a ingranare e accorcia le distanze. All'83', Orsolini lavora benissimo la sfera e serve Hickey. Il centrocampista scozzese calcia e trova la doppia deviazione di Bonaventura e Torreira, gioendo grazie anche a un intervento impreciso di Terracciano. La gara continua con il Bologna che pressa e la Fiorentina che cerca di reggere. Italiano lancia nella mischia giocatori più difensivi proprio per preservare un successo prezioso. La gara finisce di fatto senza ulteriori guizzi. Migliore in campo per i padroni di casa, Barrow. Per gli ospiti in evidenza Nico Gonzalez.

VAVEL Logo
About the author