La Juventus cala il poker e il Milan dista solo una lunghezza

Stavolta a Milano i conti devono essere fatti con l'oste. Se Milan e Inter erano sicure che lo Scudetto era una cosa a due tra le squadre della Madonnina, la Juventus è tornata e vuole dire la sua. CR7 segna una doppietta che lo porta a 33 gol nell'anno solare 2020 ed eguaglia Sivori e il record del 1961. La Juventus non muore mai e occhio a darla troppo fuori dai giochi, come qualcuno pensava. I funerali si fanno alla fine. Juve che rinuncia a Dybala e Chiesa, riposo a Cuadrado, ma Ronaldo e Morata non si toccano e in porta Buffon. Gervinho e Cornelius titolari, ma non pervenuti.

CRONACA DELLA PARTITA 

Primo tempo abbastanza sveglio con occasioni interessanti. Al 2' occasione Parma con Cornelius che cicca il pallone di poco su assist di Hernani. Morata al 3' risponde, ma palla che attraversa lo specchio della porta e lo spagnolo era in offside. Al 12' McKennie serve Ramsey, ma il gallese sbaglia. Al 15' riparte Kurtic, palla a Kucka e Buffon si supera. Al 19' Bentancur si fa parare la sua conclusione da Sepe. Al 23' tracciante di Sandro a trovare Kulusevski dalla parte opposta e gol dell'exche porta i bianconeri in vantaggio. Al 27' assist (quinto in stagione) di Morata, CR7 si eleva e prende l'ascensore e di testa batte Sepe per il raddoppio.Al 29' pericoloso Ronaldo e palla di poco a lato. Al 32' Iacoponi prova la conclusione, ma nulla di fatto. Al 39' occasione respinta a Morata e al 45' Bonucci sbaglia da pochi metri il tris.

Nella ripresa, il copione non cambia: al 49' Bentancur ruba palla a centroca,po, Ramsey vede e serve Ronaldo che in diagonale cala il tris e chiude i conti. Parma traumatizzato e al 50' Buffon salva su Kucka. Al 58' testa di Ronaldo, ma palla che non passa Sepe. Al 63' palla fuori di Bentancur e al 73' Morata tenta lo scavetto su Sepe, ma Busi salva il salvabile.Al 74' Hernani serve Gagliolo e palla lontana dallo specchio, mentre al 75' occasione per Inglese, ma scatta in fuorigioco. Al 80' Cyprien spara alle stelle. Al 83' occasione Juve con Portanova, ma Sepe si supera. Al 86' cross dalla sinistra e Morata di testa la mette in rete per il poker. Al 90' Danilo sfiora il clamoroso autogol.

Juve spietata e campionato dove i bianconeri tornano vivi: a Milano cominciano a tremare per la Juventus che si fa vedere con Milan atteso dal Sassuolo e Inter favorito con lo Spezia. Conte e i suoi sono i veri favoriti a chiudere in testa questo weekend, ma i bianconeri ci sono e attenzione a Pirlo. La Juventus cresce e convince e stasera hanno detto o meglio urlato di essere anche loro in gioco pieno.

VAVEL Logo