Milan, un pareggio che sa di sconfitta
acmilan.com 

Ieri sera il Milan non è andato oltre il 2-2 contro la Spal. A Ferrara i rossoneri hanno guadagnato solamente un punto contro l'ultima in classifica e soprattutto con un uomo in meno per più di un tempo.

Non è stata una serata particolarmente felice per la squadra di Pioli, che resta comunque al settimo posto (che vale l’Europa League ndr) ma è chiaro che ha fatto un brusco passo indietro dopo le vittorie della scorsa settimana.

Ieri è sembrato di vedere in campo il Milan prima del lockdown. Infatti i rossoneri hanno avuto difficoltà a trovare la via del gol come dimostrano le statistiche ovvero 39 tiri tentati, “solo” 9 in porta con il risultato di un gol e una autorete al 94'. 

Tra i migliori della gara sono da citiare Leao,  Saelemaekers, Calhanoglu e Paquetà. Male invece Hernandez, Calabria, Bennacer, Rebic e soprattutto Kessié.

L'entrata di Ibrahimovic ha sicuramente dato una scossa alla squadra, lo svedese ha anche sfiorato il gol. Sicuramente il recupero dell'attaccante 38enne  è una delle poche note liete della serata di Ferrara.  

 

"E' stato un passo indietro nel risultato, volevamo vincere, l'avevamo cominciata bene. Purtroppo alla prima palla inattiva abbiamo concesso gol, abbiamo concesso solo tre tiri in porta".

Il pareggio potrà compromettere la scalata verso l'Europa League visto che il Milan nei prossimi nove giorni dovrà affrontare Lazio, Juventus e Napoli. I rossoneri non possono più permettersi di restare fuori dalle coppe internazionali. 

VAVEL Logo