La Juve vince con Dybala e Cuadrado: battuto 2-0 un Brescia comunque promosso

Una Juventus a intermittenza batte 2-0 il Brescia e si porta momentaneamente a +3 sull'Inter. Avanti grazie a una punizione di Dybala e sfruttando l'uomo in più, i bianconeri di Sarri controllano per buona parte del match, sbagliano molto in fase offensiva ma non soffrono un Brescia spuntato ma ordinato. Al 75' Cuadrado segna il 2-0 e archivia il match. Bianconeri che salgono a quota 57, Brescia fermo a 16.

Padroni di casa che scendono in campo con un 4-3-3 sorprendente. Davanti a Szczesny, difesa a quattro composta da Danilo, Bonucci, Rugani e Alex Sandro. Sarri fa riposare Pjanic e sceglie Bentancur come metodista, ai suoi lati spazio ai nuovi acquisti Ramsey e Rabiot. Senza Cristiano Ronaldo, il tecnico toscano sceglie Dybala e Cuadrado vicino a Gonzalo Higuain. Un 4-3-3 per gli ospiti, con Lopez che sceglie di giocarsela schierando Zmhral e Ayè ai lati di Mario Balotelli. Alfonso in porta, protetto dai centrali Mateju e Chancellor e dai terzini Sabelli e Martella. Senza Tonali, chiavi della mediana affidate a Dessena, affiancato da Bisoli e Bjarnason. 

Juventus padrona del gioco fin dai primi minuti. I bianconeri orchestrano la manovra trovandosi di fronte un Brescia ordinato e attento. Al quarto, azione verticale dei padroni di casa. Cuadrado scatta e serve Danilo che, crossando basso, prova a servire Higuain. Mateju anticipa ed evita il tocco sotto porta del Pipita. Tre minuti dopo, sugli sviluppi di un corner, Bentancur la mette dentro per Higuain, Alfonso anticipa l'attaccante argentino. Il portiere viene però costretto al cambio a causa di una botta presa in precedenza. La Juventus tiene molto la sfera ma non riesce a colpire, collezionando una serie importante di corner nel giro di un quarto d'ora. Il dominio è scialbo e i bianconeri non affondano, il Brescia ci prova senza successo con una punizione di Balotelli al ventunesimo. La Juventus sfrutta molto la cordata di destra, puntando sui cross o sugli inserimenti di Cuadrado.

Al ventisettesimo, il colombiano sguscia via e riceve da Dybala, non riuscendo però a colpire da posizione ravvicinata. Alla mezz'ora buon tiro di Zhmral, pallone sul fondo. Una vera occasione, per la Juventus, capita sessanta secondi dopo. Higuain riceve in area e protegge palla, mettendo in mezzo. La sfera arriva a Dybala che, col destro, ciabatta clamorosamente fuori. La gara svolta al trentaseiesimo, quando un fallo ingenuo di Ayé al limite costringe Chiffi a cacciar fuori - per doppio giallo - il calciatore ospite. Sul pallone va Dybala che, dolcemente, batte un Andrenacci forse un po' fuori posizione. La rete scioglie la Juve, che al quarantesimo potrebbe segnare ancora con Higuain. Il tiro dell'argentino trova solo l'esterno. La fase finale di primo tempo registra un miracolo di Andrenacci su Rugani. Il portiere bresciano vola e impedisce alla Juventus di segnare la seconda rete. Nessun'altra emozione nel primo tempo.

Seconda frazione che vede i bianconeri vicinissimi al goal al 48'. Higuain riceve in area e si libera bene alla sua maniera, concludendo in porta. Sabelli è però miracoloso nel deviare in corner. Dal calcio d'angolo successivo, è Andrenacci a deviare il colpo di testa di Bonucci. La Juventus controlla, complice anche la totale assenza di pericolosità del Brescia. Al sessantaquattresimo punizione di Dybala, la sfera termina alta. Il pubblico dello Stadium può però gioire per il ritorno di Chiellini,  tornato a calcare il campo di casa. Al 66' grandissima occasione per la Joya, che dribbla mezzo Brescia ma non trova lo specchio della porta. Superbo, nell'occasione, l'assist di Gonzalo Higuain. Al 71' si rivede il Brescia, che approfitta di un calo della Juve. Bjarnason, dal limite, manca però lo specchio. Sessanta secondi dopo si fa male Pjanic e Sarri lancia Platini nella mischia.

Nonostante la quantità impressionante di passaggi sbagliati, la Juventus alla fine riesce a fare il 2-0. Ottima la combinazione tra Cuadrado e Matuidi, con il francese che al 75' serve un cioccolatino al colombiano. L'esterno batte Andrenacci in uscita e fa esplodere lo Stadium, che pochi minuti dopo accoglie con un grande applauso il ritorno di Giorgio Chiellini tra i calciatori in campo. Al 76', tiro fortissimo di Bentancur, la palla scheggia il palo esterno. La fase finale di gioco è di marca bianconera. Al 78', altra conclusione di Bentancur, la sfera viene deviata da Andrenacci. Due minuti dopo, Higuain segna sugli sviluppi di una punizione, l'arbitro annulla per offside. Il Brescia si rivede nel finale con Ndoi all'88', il pallone viene deviato in corner. L'ultimo squillo della sfida capita al 92' con Dybala. Il suo mancino si stampa sulla traversa. Finisce 2-0 per la Juve. Migliore in campo per i padroni di casa, Dybala. Per gli ospiti in evidenza il giovane Andrenacci.

VAVEL Logo