Juventus - Le parole di Allegri in conferenza stampa 

Juventus - Le parole di Allegri in conferenza stampa 

Vediamo cosa ha detto il mister bianconero alla vigilia di una super classica del nostro campionato.

francesco-bruni
Francesco Bruni

Massimiliano Allegri si prepara ad affrontare il Milan in una giornata che, se il Napoli perdesse contro il Genoa, potrebbe portare i bianconeri all'ottavo scudetto di seguito e concentrarsi solo sulla Champions. Il mister bianconero parte dalla più classica delle domande su CR7 "Lui sta meglio. A cinque giorni dall'Ajax, si sta allenando per giocare con buoni segnali, ma aspettiamo. Lui vuole esserci e noi speriamo sia a disposizione."

Sul profumo di uno Scudetto sempre più vicino: "Quando lo vinceremo sarà da festeggiare. Otto di seguito non sono un traguardo semplice, soprattutto con questi numeri incredibili. Il Napoli viaggia a una media da Scudetto, noi ci stiamo superando. 81 punti a otto giornate dal termine sono davvero tanti e dimostra la nostra forza fisica e mentale."

Sul confronto tra Milan e Napoli: "Lo scorso anno loro avevano fatto 91 punti e quest'anno prevedevo potessero bastare meno punti per vincere, ma lo scorso anno non è stato un fuoco di paglia e i partenopei hanno dimostrato di poter essere forti e temibili sempre. Il Milan gioca meglio, sono cresciuti e con loro vige sempre grande equilibrio." Su CR7 domani in campo, Allegri è categorico su un no assolutamente secco. Sul caso Kean e ululati razzisti percepiti a Cagliari: "Il razzismo deve essere perseguito ed eliminato dagli stadi e non va giustificato. Il giocatore ha esagerato nel modo provocatorio di esultare, ma non voglio giustificare quei tifosi. Lui deve avere un comportamento rispettoso e non andare mai oltre le righe, anche se viene bersagliato e provocato e mai irridere gli avversari." 

Allegri dice poi la sua sulla situazione infortuni: "Dybala, Mandzukic e Spinazzola domani ci saranno, Khedira deve essere valutato, Costa recupera per la Champions. Barzagli otto/dieci giorni per riaverlo, mentre Cuadrado torna con la SPAL. Kean dovrebbe giocare e può farlo con tutti, deve solo tenere i piedi per terra e se deciderà vuole essere un campione nella sua carriera potrà esserlo." Sulla tattica: "Stiamo studiando situazioni da fermo che potrebbero essere vincenti per noi, sugli angoli abbiamo ottimi saltatori di testa e buonissimi tiratori."

Il mister conclude: "Sandro potrebbe riposare, sia lui che Leonardo stanno bene. Sono contento per Spinazzola e per un infortunio meno grave del pensiero del ragazzo. Dobbiamo battere il Milan, ci mancano sei punti allo Scudetto. Prima questa, poi Ajax e Spal a Ferrara ci diranno il nostro cammino o buona parte di esso."

VAVEL Logo