Juventus, l'ottobre magico di Gonzalo Higuaìn
Juventus, l'ottobre magico di Gonzalo Higuaìn | www.twitter.com

Farà un grande mese di ottobre, sono sicuro”. Con queste parole, Massimiliano Allegri lanciava Gonzalo Higuaìn alla vigilia della sfida interna contro la Lazio. Per la verità, la gara contro i biancocelesti si rivelò un flop sia per la Juventus che per il Pipita – sfortunatissimo su una traversa colpita ma anche colpevole di un goal fallito clamorosamente -, ma le occasioni per il riscatto non sono mancate.

Ottobre è da sempre il mese di Gonzalo. E lo ha fatto capire fin dall’inizio della sua carriera, quell’8 ottobre 2006, nella prima stagione intera da professionista. Vestiva la maglia del River Plate e la partita che si giocava era tutt’altro che banale, il Superclasico contro il Boca Juniors al Monumental. Doppietta e vittoria per 3-1 finale che servì al Pipita per mettersi in mostra e conquistare la chiamata del Real Madrid. In Spagna prosegue con questa tendenza: nella stagione 2007-08 segna solo una volta, al Recreativo Huelva, mentre in quella successiva le reti sono 4, nel derby in casa dell’Atletico – su rigore al 96’ -, doppietta all’Athletic Bilbao ed una alla Real Union in Copa del Rey. Altri 3 goal nella stagione 2009-10 – una al Valladolid e due al Getafe -, mentre in quella 10-11 sono ancora 4 – con Deportivo la Coruña, Racing Santander e doppietta al Malaga.

L’annata 11-12 è la migliore da questo punto di vista, con le 8 realizzazioni, frutto di due triplette – ad Espanyol e Real Betis – e marcature a Malaga e Real Sociedad. nell’ultimo anno nella capitale spagnola arrivano altri 3 goal – contro Celta Vigo e doppietta al Mallorca – prima di trasferirsi al Napoli, dove il primo ottobre azzurro porta la doppietta su rigore al Torino. Nella stagione 14-15 i goal totali sono 5 – uno allo Slovan Bratislava in Europa League, uno all’Atalanta e 3 al Verona – così come in quella successiva – a Legia Varsavia, Fiorentina, Midtjylland, Chievo e Palermo.

Dopo il trasferimento record alla Juventus, Higuaìn segna 3 goal – doppietta all’Empoli e rete decisiva proprio contro il Napoli allo Stadium – fino all’ottobre appena concluso, in cui il Pipita ha fatto centro 5 volte, con Atalanta, Spal, doppietta al Milan e Sporting Lisbona in Champions League. Dunque, l’argentino conferma ancora una volta la tendenza di partire a rilento per poi decollare proprio nel mese di ottobre. Allegri lo sapeva e lo ha pungolato nel momento giusto, scatenando la reazione che cercava. E poco importa se il ct dell’albiceleste Jorge Sampaoli lo ha ignorato ancora una volta: la Juventus è pronta a goderselo, senza condividerlo con nessuno.

VAVEL Logo