Il pomeriggio di Bundes: ok Schalke e Leverkusen, l’Hoffenheim continua la rincorsa
Source photo: profilo Twitter Shalke 04

Il pomeriggio di Bundes: ok Schalke e Leverkusen, l’Hoffenheim continua la rincorsa

Lo Schalke si riprende il secondo posto in attesa della sfida tra Lipsia e Dortmund. Tornano alla vittoria anche Eintracht e Bayer Leverkusen. Successo dell'Hoffenheim ad Augsburg, mentre il Mainz ottiene un punto preziosissimo dalla scontro diretto in chiave salvezza contro l'HSV.

francesco-lo-fria
Francesco Lo Fria

Il pomeriggio del Samstag di Bundesliga, valevole per il 25esimo turno aperto ieri dalla sfida tra ‘Gladbach e Werder Brema, registra l’ennesimo acuto dello Schalke 04. Con la bacheca dell’Allianz Arena già pronta ad accogliere il 28esimo Meisterschale, la battaglia per l’Europa saluta il ritorno ai vertici dei Knappen di Domenico Tedesco. Alle calcagna l’Eintracht Frankfurt che esaspera le difficoltà in trasferta dell’Hannover e il redivivo Bayer Leverkusen dei giovani. L’Hoffenheim si aggiudica lo scontro diretto contro l’Augsburg coltivando le sue speranze di risalita, mentre la sfida salvezza del Volksparkstadion termina con uno scialbo pareggio. Andiamo a vedere nel dettaglio.

Hamburger SV 0 - 0 1.FSV Mainz 05

Sfida salvezza ad Amburgo tra i Rothosen penultimi e il Mainz terzultimo a +7. Partita delicata per la squadra di Hollerbach (senza vittoria da 11 turni) che ci prova con decisione per tutti i 90 minuti senza riuscire a superare le resistenze di un Mainz poco propositivo. L’eroe di giornata e uomo copertina è il debuttante Florian Müller, estremo difensore classe 1997 dei Nullfünfer che, dopo un paio di ottimi interventi, al 61’ risponde presente al rigore tirato da Filip Kostic. Nell’occasione dell’Elfmeter il difensore del Mainz, Leon Balogun, viene espulso per somma di ammonizioni. Nel finale di gara, la squadra di Schwarz si compatta nella difficoltà riuscendo a strappare il risultato minimo cui puntava. Sesto risultato utile per il Mainz contro l’HSV (3 V e 3 N) e solo terzo punto conquistato dai Rothosen nel 2018 (nessuno ha fatto peggio).

FC Augsburg 0 - 2 TSG 1899 Hoffenheim

Scontro diretto tra i bavaresi e i ragazzi di Nagelsmann, appaiati a quota 32 punti e non distanti dalla zona-Europa. Entrambe arrivano da un momento complicato e similare (nelle ultime 6, 1 V, 2N e 3P), ma a uscirne con i 3 punti è l’Hoffenheim. La società di Sinsheim, trascinata dal duo Kramaric-Gnabry, supera i ragazzi di Manuel Baum. Alla mezz’ora apre il croato con una frustata di testa su cross dalla sinistra di Benjamin Hübner e, nella ripresa, l'ex Leicester serve l’assist per il tocco ravvicinato di Gnabry (50’).

Eintracht Frankfurt 1 - 0 Hannover 96

Si confermano i numeri positivi dell’Eintracht Frankfurt alla Commerzbank Arena. La squadra di Niko Kovac torna alla vittoria dopo il passo falso dell’ultimo turno a Stoccarda, come sempre è avvenuto fin qui in questa stagione. Le Adler trovano il goal vittoria al 39‘ grazie a Danny da Costa, prodotto delle giovanili del Bayer Leverkusen. Si tratta del quinto successo consecutivo per l’Eintracht contro l’Hannover e l’obiettivo odierno rappresentato dal terzo posto solitario è centrato con successo. La squadra di Breitenreiter continua ad accusare il “mal di trasferta”: non vince da ottobre lontano dalla HDI-Arena.

FC Schalke 04 1 - 0 Hertha BSC

Partita da più volti quella tra Schalke ed Hertha. Alla Veltins Arena decide la deviazione vincente di Marko Pjaca (37’) che di destro infila Rune Jarstein su tocco intelligente di Franco Di Santo in seguito a un invito dalla destra del solito Daniel Caligiuri. Successo fondamentale per i Knappen di Domenico Tedesco, che si issano al secondo posto in attesa del big match tra Lipsia e Borussia Dortmund. Lo Schalke conferma la statistica che li vedeva chiudere la prima frazione sull’1-0 nel 75% dei match casalinghi di questa stagione, riuscendo a mantenere la porta di Fährmann inviolata anche nei, fin qui, dolorosi minuti finali che hanno contraddistinto il cammino dei Knappen.

VfL Wolfsburg 1 - 2 Bayer 04 Leverkusen

La sfida della Volkswagen Arena assume connotati importanti per entrambe le squadre per obiettivi diametralmente opposti: i Wölfe a caccia di punti salvezza, le Aspirine per tenere il passo-Champions. Il debutto di Bruno Labbadia sulla panchina del Wolfsburg (terzo allenatore della stagione) rispecchia fedelmente le pessime statistiche dell’ex tecnico dell’HSV contro il Bayer. La squadra di Herrlich domina, riuscendo a chiudere il primo tempo in vantaggio grazie al rigore trasformato da Lucas Alario (31’) in seguito al fallo ingenuo di Arnold su Havertz. Al 78’ ci pensa il neo-entrato Julian Brandt (altro gioiellino del Leverkusen) a raddoppiare con un tocco sotto delizioso su uscita di Casteels dopo uno stupendo scambio centrale con l’ex attaccante del River Plate. Ininfluente l’immediato Tor dell’1-2 dell’ex Mehmedi che piega le mani di Leno con un bel destro a giro dal limite. Continuano a essere solamente 4 le vittorie del Wolfsburg in questa stagione (nessuna squadra ha fatto peggio), con 8 sconfitte. Il Bayer allunga il ruolino positivo in trasferta a 9 turni (6 V e 3 N) e si conferma per la 15esima volta consecutiva il dato curioso che vede entrambe le squadre segnare almeno un goal e chiudere con un complessivo totale di almeno 3 reti negli scontri diretti. 

Francesco Lo Fria

VAVEL Logo