Premier League - I risultati del pomeriggio
Wilfried Zaha prova una giocata durante la sfida di oggi contro il Burnley. | Crystal Palace F.C., Twitter.

Si ferma la Serie A, certo, ma non la Premier League, così come la maggioranza dei campionati europei in questo secondo weekend del 2018. E così, come avviene regolarmente, in questo sabato pomeriggio hanno avuto luogo la gran parte dei match previsti per la rispettiva giornata: oltre alla sfida di rilievo fra Chelsea e Leicester, ci sono state altre cinque interessanti gare. Andiamo a ripercorrerle, dunque, insieme.

Crystal Palace 1-0 Burnley

21' Sako

Partiamo dal Selhurst Park, dove c'era una delle sfide più ricche di spunti in programma: alla fine le rinnovate Eagles hanno avuto la meglio sulla squadra di Dyche, outsider stagionale finora. In un primo tempo senza grandi emozioni la sblocca Bakary Sako, che inseritosi dalla sinistra dentro l'area calcia ad incrociare da posizione defilata col mancino, potente e rasoterra, con Pope impotente, concludendo una grande azione personale. I ragazzi di Hodgson comunque riescono a portare fino alla fine questo risultato ed ottengono tre punti pesantissimi in ottica salvezza.

Huddersfield 1-4 West Ham

25' Noble, 40' Lolley, 46' Arnautovic, 56', 61' Lanzini

Altro duello interessantissimo è quello disputatosi nella casa dei Terriers, spaventati però oggi da un buon avvio dei propri avversari, che anche se senza di fatto mai consolidare più di tanto il possesso del pallone sanno soffrire e poi passano in vantaggio, con il gol di capitan Noble: un errore di Lolley, al limite della sua area, permette all'inglese di sfidare in uno-contro-uno il portiere avversario ed avere la meglio con un tiro sul primo palo. Lo stesso Joe Lolley, comunque, si fa perdonare poco prima del duplice fischio: è un suo tiro a giro verso il secondo palo, perfetto, a fare 1-1 col sinistro al 40esimo.

Il pari è estemporaneo e, nonostante un controllo della palla piuttosto evidente, nel quarto d'ora iniziale del secondo tempo gli Hammers tornano in vantaggio e poi chiudono i conti. L'1-2 è firmato Marko Arnautovic, ancora una volta: l'austriaco palleggia in area e si sposta il pallone sul sinistro, piede col quale calcia potente verso l'angolo più vicino a sé. Subito dopo si scatena Manuel Lanzini: su due assist sempre di Arnautovic, l'argentino prima calcia rasoterra ad incrociare dalla sinistra del limite per l'1-3, poi da una zona simile sceglie l'incrocio alto del primo palo, completando un contropiede e facendo 1-4. Terminerà su questo risultato il duello. Gioisce ancora una volta David Moyes.

Newcastle 1-1 Swansea

60' Ayew, 68' Joselu

Al St. James' Park i padroni di casa emozionano solo una volta nella porzione iniziale della loro partita, ovvero quando Dwight Gayle sigla al 38esimo la marcatura che significherebbe il vantaggio per la truppa di Benitez; tuttavia, l'azione era stata annullata per fuorigioco. Per il resto, una prima frazione di noia anche per gli Swans, senza particolari sussulti e molto spezzettata dai falli. Secondo tempo, Jordan Ayew apre le danze con una zuccata vincente su un cross dalla destra, deviato. Nemmeno otto minuti e risponde Joselu, che controlla una conclusione telefonata di Ayoze Perez in qualche maniera e poi, da posizione larghissima, trova l'angolo più lontano. Prestazione non eccellente delle Magpies, il punto sta un po' stretto ai gallesi in ogni caso.

Watford 2-2 Southampton

20', 44' Ward-Prowse, 58' Gray, 90' + 1' Doucouré

Alla vigilia sembrava potesse essere questa l'ultima partita di Mauricio Pellegrino sulla panchina dei Saints, chissà cosa succederà dopo la rimonta che ha subito oggi il tecnico degli ospiti al al Vicarage Road. Dopo una prima occasione sprecata da Janmaat, è stato dominio degli ospiti inizialmente: questo grazie allo show di James Ward-Prowse. L'inglese, con assist di Long prima e Tadic poi, trova una doppietta: il primo gol è un tiro verso il secondo palo col destro, il secondo un appoggio più semplice per il parziale 0-2 al duplice fischio.

Nella ripresa l'atteggiamento dei ragazzi di Marco Silva migliora: André Gray riapre i conti, dopo una grande parata di McCarthy ancora su Janmaat, da due passi. Un po' spaventati dal pericolo di una rimonta, i giocatori in trasferta abbassano il proprio baricentro e perdono molta pericolosità offensiva, finendo per rinunciare agli attacchi: al 91esimo arriva la beffa, firmata Abdoulaye Doucouré. Il centrocampista sigla il 2-2 finale con un colpo di testa da posizione ravvicinata, a porta vuota.

West Brom 2-0 Brighton

4' Evans, 55' Dawson

Le Baggies non vincevano dal 19 agosto e possono, finalmente, gioire per la prima volta sotto Alan Pardew: a mettere subito in una certa direzione la gara è stato lo stacco sul secondo palo di Jonny Evans, dopo un corner che aveva trovato la torre di Rodriguez, per l'1-0. Non senza sofferenze, ma comunque senza mai perdere pericolosità, allo stesso modo, i padroni di casa trovano il raddoppio: Craig Dawson trova un altro cross dalla corsia mancina, stavolta direttamente verso di lui, e sorprende Ryan alla sua sinistra. È festa dunque all'Hawthorns, arrabbiato invece Hughton.

VAVEL Logo