Giro d'Italia 2018, la presentazione della sedicesima tappa

Giro d'Italia 2018, la presentazione della sedicesima tappa

Dumoulin per riaprire il Giro, Yates per conservare la rosa.

vavel
VAVEL

Giornata cruciale. Il Giro entra nella terza settimana, la maglia rosa è saldamente sulle spalle di Simon Yates, primo a Sappada e fin qui dominatore assoluto della corsa. Il britannico ha un cospicuo vantaggio sui primi inseguitori, oltre due minuti da gestire nell'uscita odierna, la più angusta per l'alfiere della Mitchelton-Scott. In seconda ruota, Tom Dumoulin, candidato al successo nella Trento - Rovereto - cronometro individuale. L'olandese può insidiare la leadership di Yates e riaprire il Giro a una manciata di tappe dal termine. Non è impossibile un cambio della guardia, Dumoulin è specialista della materia, Yates deve invece difendersi sfruttando l'eccezionale condizione. 

I chilometri da percorrere sono 34.2, l'avvio a Trento riserva qualche insidia, il pavé fa capolino e costringere i corridori a mantenere guardia alta. Il primo rilevamento è posto al chilometro 12.7, inizia qui un tratto piuttosto pianeggiante. A Nogaredo, km25.6, altra sosta cronometrica, si entra nell'ultima porzione di corsa, quella più movimentata. Occorre rendere conto ad alcuni sbalzi, saliscendi in grado di favorire anche profili alla Yates o alla Pozzovivo. 

Dopo una leggera picchiata, ecco la volata verso il traguardo. Fondamentale trovare il giusto ritmo, gli ultimi 3.7 chilometri sono all'insù, una leggera pendenza che costringe a spingere fin sotto lo striscione d'arrivo. Abbiamo detto di Tom Dumoulin, la tappa sorride anche a Chris Froome, re sullo Zoncolan ma in affanno il giorno seguente, e Rohan Dennis, già maglia rosa in questa edizione.  

Il percorso 

VAVEL Logo