Napoli: Giuntoli "congela" Cavani, Traoré e Lozano per il futuro
source photo: Twitter Ufficiale Nazionale Messicana @miseleccionmx

Napoli: Giuntoli "congela" Cavani, Traoré e Lozano per il futuro

Il DS del Napoli spegne gli entusiasmi della piazza e pone il veto su un eventuale ritorno di Cavani. Tanti, invece, i nomi per il futuro. 

antonio-abate
Antonio Abate

Edinson Cavani non tornerà a Napoli. A dirlo, Cristiano Giuntoli. Il dirigente partenopeo spegne l'entusiasmo dei tifosi ponendo il suo veto a un eventuale ritorno del Matador. Troppi i rischi di un'operazione del genere per una squadra che ha bisogno di rinnovarsi per continuare a alzare la propria asticella. L'attacco azzurro potrebbe però abbracciare comunque un altro calciatore. Parliamo di Hirving Lozano, ormai una certezza del calcio europeo. L'esterno messicano sta impressionando tutti con la maglia del PSV Eindhoven e sembra ormai pronto per giocare in un grande club. Gli olandesi lo valutano trentacinque milioni, il Napoli proverà a abbassare le pretese dei bazoer. Fari puntati anche su Younes. Il tedesco scalpita e potrebbe un vero e proprio acquisto di gennaio.

Grandi manovre anche per il centrocampo. Carlo Ancelotti ha ormai tracciato le direttrici tattiche del suo Napoli e il multiforme 4-4-2 necessita di altri profili adatti a giocare sia sulla trequarti che qualche metro più indietro. Il nome nuovo del mercato azzurro è quello di Hamed Traoré. Il mediano dell'Empoli è reduce da un buon girone di andata e ha messo in mostra sia le sue doti difensive che quelle in fase di impostazione. Classe 2000, Traoré potrebbe sostituire Diawara, poco convincente e in partenza. Fari puntati anche su Augustin Almendra. Il centrocampista del Boca Juniors ha caratteristiche simili a quelle di Zielinski e sarebbe un rincalzo importante per il polacco e per Fabian Ruiz. Il club argentino chiede venti milioni, cifra troppo alta ma da cui si può partire per imbastire una trattativa.

In società è tempo di rinnovi. Sul tavolo di De Laurentiis ci sono quelli di Dries Mertens e José Callejon. Due terzi di quello che, con Insigne, è stato il tridente che ha fatto innamorare milioni di tifosi durante la gestione di Sarri. I calciatori vivono momenti differenti: Mertens è reduce da un girone di andata condito da otto goal e sei assist, lo spagnolo è ancora a zero. Complice il cambio di ruolo, sia chiaro. I due atleti non sono più giovanissimi, ma la società non ha intenzione di lasciarli andare così facilmente. I procuratori di Mertens e Callejon spingono per il rinnovo, la dirigenza non viaggia però alla stessa velocità. Le sensazioni sono positive, il Napoli è però attento a valutare offerte irrinunciabili per due calciatori in fase comunque calante. 

VAVEL Logo