Pari e patta tra Hellas Verona e Cagliari. Gli uomini di Juric partono forte e, dopo un goal annullato, sbloccano la gara con Zaccagni. Nella ripresa si vede il Cagliari, che fa 1-1 non Marin. Nella fase finale di gara, entrambe le squadre potrebbero segnare, senza però riuscirci. Hellas che sale a quota 16, dodici punti per il Cagliari.

Padroni di casa che scendono in campo con il 3-4-2-1. Davanti a Silvestri, difesa a tre composta da Ceccherini, Dawidowicz e Dimarco. Tameze e Miguel Veloso in mezzo, affiancati da Dimarco e Lazovic. Dietro Samuel Di Carmine, Juric schiera Barak e Zaccagni. Un più offensivo 4-2-3-1 per gli ospiti, con Di Francesco che lancia Pavoletti dal primo minuto. Cragno in porta, protetto dai centrali Walukiewicz e Carboni e dai terzini Faragò e Trippaldelli. Marin e Rog in mediana, sulla trequarti spazio a Zappa e Sottil ai lati di Joao Pedro.

Primo tempo che comincia con l'Hellas Verona in avanti. All'ottavo gli scaligeri esultano con Di Carmine, bravo a ribadire in rete la sfera dopo un po' di confusione nell'area sarda. L'attaccante viene però pescato in fuorigioco dal VAR e l'arbitro Manganiello annulla il goal. Il mancato vantaggio non abbatte gli uomini di Juric che continuano ad attaccare. Il Cagliari fatica a trovare il varco giusto per colpire. Al dodicesimo cross in mezzo di Dimarco, Barak prova senza successo la girata. Proprio mentre gli uomini di Di Francesco appaiono più pimpanti, l'Hellas mette a segno la rete dell'1-0. Al 21' palla in mezzo di Faraoni e zampata di Zaccagni che beffa Cragno. Quattro minuti dopo guizzo di Pavoletti, gli scaligeri si salvano grazie al una deviazione decisiva di Zaccagni. Le folate rossoblu vengono gestite dall'Hellas, che controlla fino alla fine del primo tempo. L'ultimo squillo di frazione capita al 42', quando è Tameze a tirare e sfiorare il goal. La sfera viene infatti deviata e finisce a pochi centimetri dalla porta difesa da Cragno.

Seconda frazione che vede il Cagliari più pimpante. I sardi pareggiano infatti al 48' con Marin, bravo a inserirsi e a battere Silvestri. Grande suggerimento di Pavoletti, particolarmente ispirato. Al 59' il bomber ospite sfiora il goal, colpendo di destro su assist di Zappa a Silvestri battuto. L'attaccante ex Napoli è il primo pericolo per l'Hellas, molto meno pimpante rispetto al primo tempo. Sette minuti dopo colpo di testa proprio di Pavoletti, gli scaligeri si salvano solo grazie alla provvidenziale deviazione della traversa. Finalmente si rivede il Verona dopo una parentesi di tempo passata a subire: al 73' buon tiro di Dimarco, Cragno blocca senza problemi. Sei minuti dopo ci prova invece Salcedo, la palla si alza alta sopra la traversa. L'ultimo squillo di gara capita all'86', Favilli prova a deviare ma non riesce a trovare lo specchio della porta. La sfida finisce così: 1-1 tra Hellas e Cagliari. Migliore in campo per i padroni di casa, Zaccagni. Per gli ospiti in evidenza Marin.

VAVEL Logo
About the author