Ligue 1: ecco la presentazione della ventiseiesima giornata

Ligue 1: ecco la presentazione della ventiseiesima giornata

Il massimo campionato francese è pronto ad offrire un altro turno interessantissimo. Ecco le sfide di giornata. 

antonio-abate
Antonio Abate

Il Paris Saint-Germain è pronto a vincere ancora. Dopo il dilagante successo nel turno infrasettimanale, i parigini giocheranno contro il Nimes. La neopromossa vive un ottimo stato di forma, il PSG appare francamente troppo forte. Più duro il turno del Lille. La seconda forza della Ligue 1 sarà ospite di uno Strasburgo senza successo da tre turni. Un ottimo motivo per tornare al successo. Potrebbe approfittarne l'Olympique Lyonnais. I ragazzi di Génésio, fermato il Barcellona in Champions, cercheranno di fare punti in casa di un Monaco ritrovato grazie alla cura di Leonardo Jardim, tornato sulla panchina dei biancorossi.

A caccia del poker, il Marsiglia di Rudi Garcia. I marsigliesi vogliono la quarta vittoria consecutiva in casa del Rennes. Gli arancioneri sono attualmente undicesimi ma in casa sono sempre molto difficili da superare. Molto interessante sarà invece Montpellier-Reims. Le due squadre sono appaiate in classifica e una vittoria potrebbe proiettarle nella zona nobile del tabellone. Novanta minuti della verità per l'Amiens. I grigi, quartultimi, giocheranno in casa e contro il Nizza. I rossoneri sono più forti ma la forza della disperazione potrebbe aiutare i padroni di casa. Potrebbe vincere la noia, poi, tra Nantes e Bordeaux. Due formazioni che navigano lontano dalla zona rossa ma troppo distanti dalle posizioni europee.

Nelle realtà di bassa classifica, novanta minuti potenzialmente positivi per il Guingamp. Il fanalino di coda di questa Ligue 1 ospiterà un Angers notoriamente meno pungente lontano dalle mura amiche. Vincere, aiuterebbe molto i rossoneri. Discorso analogo per il Caen. In casa del Tolosa si deve vincere. Una mission non troppo "impossibile". Rischia tantissimo, infine, il Dijon. I granata giocheranno in casa ma contro il Saint Etienne, formazione tutt'altro che debole. 

VAVEL Logo