Gervinho: "La Roma è una big"
www.asromaradio.it
"La Roma è una grande squadra, con attaccanti e giocatori di livello. C'è un allenatore importante che ci farà giocare al meglio, sia io che Ljajic sapremo dare il nostro apporto alla squadra". Queste le prime parole di Gervinho, il nuovo acquisto della Roma. Voluto fortemente da Garcia, l'ivoriano si mostra molto soddisfatto del progetto Roma e non snobba il suo trasferimento dall'Arsenal: "L'approccio in campo non ha riservato sorprese, già avevo visto in allenamento quanto valessero i miei compagni! Ero già contento per Garcia perché meritava di approdare in un grande club, poi la Roma si è fatta avanti e non ho esitato ad accettare l'offerta". Grande entusiasmo dunque da parte del nuovo numero 27 giallorosso. "Non sono ancora al cento per cento, devo ancora lavorare ma la stagione è lunga" rassicura il nuovo attaccante. Per Gervinho comunque non sarà un'annata facile: l'eredità lasciata da Osvaldo e Lamela punta gli occhi di tutti sulle sue future prestazioni, oltre che a quelle di Ljaijc. Così mentre Garcia prepara la sfida di domenica contro l'Hellas Verona, Gervinho parla del razzismo in Italia: "Non è facile per i giocatori, soprattutto stranieri, fronteggiare certe manifestazioni. Spero che certe persone prendano coscienza della gravità del razzismo. C'è anche da dire che la Fifa sta lavorando sotto questo aspetto e quindi sono fiducioso. Spero che i tifosi di calcio vengano separati da questo tipo di manifestazioni. Nulla dipende dal colore della pelle o dal Paese di provenienza di una persona".
 
CALCIOMERCATO - Con Lamela a Londra e Ljaijc a Roma, la squadra giallorossa ha preso una sua fisionomia che già nella partita a Livorno ha dato prova di sè. Ma ancora qualcosa c'è da fare: il centrocampo è coperto, ma sia per la difesa che per l'attacco manca un tassello. Con Astori fuori dai giochi, l'idea che stuzzica è Sakho: il 23enne difensore del Psg si può prendere per 10 milioni di euro. Mentre per il reparto offensivo si fanno i soliti nomi di Sosa, Hernandez, Bergessio, Matri e Cvitanich (il più economico, meno di 5 milioni). Tutto però dipende dal futuro di Borriello.
VAVEL Logo