Garcia alza la voce: "Chi critica la Roma è laziale"
Fonte: www.asromavincipernoi.com
RISCONE DI BRUNICO - "Quelli che criticano il club e i giocatori non possono essere tifosi della Roma. Quando ami la tua squadra, il tuo club cerchi di incoraggiarla. Al peggio sono tifosi della Lazio". Parole del neo tecnico Rudi Garcia che con queste dichiarazioni dimostra due cose. Innanzitutto dimostra carattere, ciò che mancava agli allenatori della Roma negli ultimi anni. Secondo poi, sembra aver già capito come funziona l'ambiente giallorosso: attaccamento alla maglia e al club, altrimenti si è solo ciarlatani o alla peggio "tifosi della Lazio". "Se sei tifoso della Roma non critichi la Roma": poche e semplici parole che riassumono il famoso detto dei tifosi "La Roma non si discute, si ama"! Se si vuole, si può trovare anche un terzo aspetto di questo allenatore: è un leader, difende la sua squadra e il suo club nonostante il peso delle critiche e delle contestazioni. Alle parole di Garcia si aggiungono le dichiarazioni del "primo" portiere Bogdan Lobont: ""Dobbiamo guardare avanti e stare tutti insieme, giocatori e tifosi. Con le parole mi fermo qui, ora servono i fatti. Non dobbiamo più parlare, dobbiamo riconquistare la fiducia dei tifosi. Li capisco, i tifosi soffrono quando la Roma perde, dobbiamo riconquistare la fiducia e insieme arriveremo al punto dove tutti vogliono vedere la Roma".
 
BENATIA - Dopo lunghe settimane di attesa, Mehdi Benatia è stato presentato come nuovo giocatore della Roma. Il marocchino indosserà la maglia numero 17. Ecco le sue prime parole da romanista: "Sono venuto a Roma per vincere, so che è un periodo un po' particolare per questa società però sapendo che deve passare questo periodo perché i tifosi sono un po' inc.....i, ma lo sapevo prima di venire e ho scelto la Roma perché qui si può fare bene e la prima impressione che ho avuto della squadra è stata molto buona. Un gruppo che lavora bene, giovane con qualità ed è un onore stare con loro".
 
MERCATO - Garcia difende anche Sabatini, ma sta di fatto che ora il mercato fa dei passi molto lenti. La questione "portiere" ruota tutto attorno a De Sanctis: se Julio Cesar arriva al Napoli, De Laurentiis lo lascerà andare. In alternativa c'è Viviano, visto che l'allenatore del Palermo Gennaro Gattuso ha dichiarato il voler restare di Sorrentino. Il neo tecnico rosanero però ha anche commentato il lavoro di Sabatini: "C´è il mio amico Sabatini che ha trattato cinque portieri, sta facendo un casino. Io devo solo ringraziare Sorrentino, non ha mai detto di volere andare via al 100%". E in questa confusione, continua il pressing su Maicon, ma non è l'unico:  si parla ancora di Wallace (prestito con diritto di riscatto), Marcos Rocha e Sebastian Corchia. Per il centrocampo, la trattativa per Strootman si potrebbe complicare a causa dell'inserimento del Real Madrid, ma le visite mediche del giocatore sono date già per questo inizio di settimana. Per l'attacco c'è ancora l'idea Gervinho, ma Sabatini ancora sta sondando il terreno. Per il capitolo cessioni, sembra destinato a lasciare Roma Marquinhos: il talento brasiliano infatti potrebbe accorrere alla corte di Blanc al PSG per una cifra attorno ai 35 milioni di euro. Con lui partirà anche Osvaldo, chiamato da Spalletti allo Zenit. La destinazione però non piace tanto all'italoargentino, che pensa ancora al Manchester City. Infine Borriello, che il Genoa rivorrebbe con sè, sta riscuotendo applausi dalla curva giallorossa, in merito alla sua onestà e rispetto per il club romanista. 
VAVEL Logo