Legabasket - Punter Suntuoso, Milano liquida subito la pratica Fortitudo 
logo legabasket

Troppa Olimpia per la Fortitudo: Milano liquida la pratica Bologna già nel primo tempo e chiudendo la gara con 26 punti di vantaggio, 98-72. Grandissima prestazione dei biancorossi soprattutto al tiro fuori categoria per questo campionato con l'ennesimo record stagionale raggiunto (21 triple e 28 assist). La squadra di Messina si lancia così per il prossimo doppio turno di Eurolega, importantissimo. 

LA PARTITA

1° Quarto 30-11 - Pronti e via 10-0 di parziale per Milano che fa subito la voce grossa con 5 punti di Punter ed obbligatorio time out di Dal Monte. L'Olimpia è una macchina da guerra 5/5 dalla lunga distanza,  15 punti di Punter con un estrema sicurezza in difesa da parte di tutta la squadra.

2° Quarto 59-33- La Fortitudo approccia meglio il 2° quarto con Hunt che costringe al time out Messina. Dopo un avvio blando, Milano torna in campo con un altra intensità siglando la nona tripla su altrettanti tiri e con l'ennesima giocata da quattro di Punter che porta i suoi nuovamente avanti e per lui sono già ben 22 punti in nemmeno 12 minuti. Il divario si allarga. 

3° Quarto 82-54 - Messina, visto gli impegni importanti di Eurolega di settimana prossima, da spazio alle seconde linee, ma Bologna al rientro in campo piazza 2-10 di parziale che manda su tutte le furie il tecnico meneghino che chiama time out. Dopo il minuto Milano torna nuovamente a segnare con Punter, Roll, e Moraschini. 

4° Quarto - La partita è in ghiaccio già da un pò così Messina da tanti minuti al quintetto tutto italiano chiudendo la partita sul più 28.

A|X ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO – FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA 98-72 ( 30-11, 59-33, 82-54, 98-72)

A|X ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO: Punter 25, MorettI 6, Biligha 4, Cinciarini 3, Shields 4, Datome 3, Wojciechowski 5, Micov 14, Moraschini 3, Roll 16, Rodriguez 11, Tarczewski 4.

FORTITUDO LAVOROPIÙ: Banks 13, Aradori 7, Saunders 10, Baldasso 9, Cusin 2, Withers 5, Totè 5, Manna, Hunt 17, Pavani, Fantinelli 4.

VAVEL Logo