Legabasket- Milano crolla, Avellino ne ha di più e vince gara 3. Venerdì gli irpini avranno il match ball
https://twitter.com/OlimpiaMI1936

Legabasket- Milano crolla, Avellino ne ha di più e vince gara 3. Venerdì gli irpini avranno il match ball

Tra 48 ore il match point per eliminare i campioni d'Italia..

ari-radice
Arianna Radice

Milano ed è ad un passo da una clamorosa eliminazione dai playoff: In gara 3 Avellino domina per quasi tutta la partita, poi però subisce la rimonta dei biancorossi che si fermano incredibilmente sul più bello e così gli irpini riprendono il controllo della partita e conquistano un prezioso e meritato successo. Finisce 69-62 e la Sidigas vola sul 2-1 nella serie.

I QUINTETTI 

A|X Armani Exchange Milano:  Jerrells, Micov, Nunnally, Brooks, e Tarczewski

Sidigas Avellino: Young, Sykes, Harper Udanoh  e Silins

LA PARTITA

Milano ritrova Nemanja Nedovic a referto ed Avellino con Demetris Nichols in panchina ma non Matt Costello. La Scandone fa la voce grossa nel primo tempo: Milano parte con un 0-3 dall'arco, invece Avellino prova a correre ed entra in area con troppa facilità (6-0). Jerrells si sblocca da tre punti e fa muovere la retina, ma l'Olimpia si accontenta solo dal tiro da fuori e gioca con frenesia  così i padroni di casa trovano il primo allungo (12-3 e primo time out di Pianigiani).

Come nelle partite precedenti Avellino corre, gioca con un energia maggiore e con i canestri di Sykes e Udanoh scappa fino al +14. Il volto del rientro di Milano è sicuramente Andrea Cinciarini: il capitano biancorosso segna due triple consecutive e porta grinta, carattere e quella scossa che serviva a svegliare il resto della squadra (21-16). L'Olimpia difende in maniera aggressiva e chiude il primo quarto sotto solo di tre punti, 21-18. 

Nel secondo quarto la Sidigas trova un Filloy in ritmo che riporta i padroni di casa sul più 7 (30-23). Per Milano sono solamente 5 i punti segnati in sei minuti di gioco, dall'altra parte è Avellino a fare la partita: in difesa gli irpini arrivano su ogni pallone e non lasciano spazio ai meneghini ed in attacco hanno un energia in più.

Il primo tempo si chiude con l'allungo di Avellino sul più 10 (39-29). Nella ripresa Milano entra in campo in maniera totalmente diversa: i biancorossi hanno più pazienza nel costruire il gioco e trovano tiri con percentuale più alta. Le due triple consecutive sono l'inizio di un ottimo parziale (14-2) con l'Armani che impatta sul 45 pari al 27' con il rientrante Nedovic. 

Milano va avanti nel punteggio con quattro punti di Tarczewski (49-50) sul finire del terzo periodo. Incredibilmente l'Olimpia che sembrava oramai con l’inerzia a favore, non approfitta della stanchezza di Avellino per indirizzarla a suo favore, anzi si ferma clamorosamente sia in attacco con tiri forzati (solo 7 punti da lì alla fine ndr) ma soprattutto in difesa che concede troppo spazio alla Sidigas che piazza un 13-0 di parziale. La vittoria dei padroni di casa non è mai in discussione. Finisce 69-62.

L TABELLINO  

 A|X Armani Exchange Milano -  Sidigas Avellino: 69-62   (21-18, 18-11,  20-12)

Sidigas Avellino:  Udanoh 14, Young 6, Guariglia ne, Nichols 3, Filloy 16, Campani ne, Silins, Campogrnde 3, Harper 14, D’Ercole, Sykes 13, Spizzichini ne

 A|X Armani Exchange Milano: Della Valle, Micov 9, Ferrari ne, Fontecchio, Tarczewski 10, Nedovic 5, Kuzminskas, Cinciarini 12, Nunnally 7, Burns 2, Brooks 7, Jerrells 10

VAVEL Logo