Chievo: tutti vogliono Maran
Chievo: tutti vogliono Maran

A cinque anni dal suo esordio in Serie A, dalla panchina del Catania, condotto poi al record di punti nel massimo campionato (56), a quella del Chievo Verona con cui ha sempre raggiunto delle salvezze tranquille, Rolando Maran fa parlare di sé. 

Il tecnico trentino ha attirato le attenzioni di due squadre ambiziose, anche se molto diverse tra loro, soprattutto a livello societario: Sassuolo e Genoa. I neroverdi si stanno preparando da tempo all'abbandono del vate Di Francesco, ormai pronto a spiccare il volo verso lidi più importanti come Firenze, e Maran è il profilo individuato da Squinzi per continuare il processo di crescita della sua società. Certo, sarebbe un bel cambiamento per entrambi, questo è sicuro. L'allenatore passerebbe da una rosa esperta come quella del Chievo Verona a una da plasmare come quella degli emiliani, mentre la squadra si dovrebbe adattare al calcio utilitaristico e prima difensivo che offensivo del tecnico trentino. 

L'ultimo problema riguarderebbe anche la seconda squadra interessata a Rolando Maran, ovvero il Genoa. I rossoblù stanno vivendo una stagione travagliata dopo l'addio di Gasperini. Juric, scelto da Preziosi come successore dell'ex Inter, ha disputato una buona prima parte di campionato, ma nel nuovo anno ha collezionato delusioni su delusioni, compreso l'esonero a favore di Mandorlini. L'ex allenatore dell'Hellas però non ha migliorato la situazione e dopo le cinque sberle prese dall'Atalanta al Ferraris, sembra essere già in procinto di lasciare la città della lanterna se a Udine dovesse arrivare una nuova sconfitta. Preziosi a quel punto richiamerebbe Juric, ma l'idea dello storico presidente rossoblù è quella di aprire un nuovo ciclo, con un nuovo allenatore, il prossimo anno. Il prescelto sembrerebbe proprio Maran, capace di regalare alle sue squadre un'ottima solidità difensiva, esattamente ciò che manca al Genoa da Gennaio a questa parte. 

Intanto però l'allenatore del Chievo deve pensare a chiudere bene la stagione. Dopo i due ko con Bologna e Crotone, i clivensi faranno visita alla Juventus con la speranza di recuperare due tasselli fondamentali per la loro fase difensiva: Hetemaj e Gobbi, entrambi assenti domenica contro i calabresi. 

VAVEL Logo